Design

Tavoli allungabili… tanto quanto serve!|

I tavoli allungabili sono oggi gli articoli  più richiesti poiché offrono diverse soluzioni ai problemi di spazio negli ambienti domestici. Trasformabili e versatili, cambiano la loro funzione da consolle o tavolino da salotto ad ampi piani per pranzare.

L’attenzione allo stile e la superficie di spazio disponibile sono i 2 parametri fondamentali per la scelta di un giusto tavolo allungabile, è prioritario dunque valutare bene la posizione in cui va ubicato e lo spazio disponibile per l’ estensione. In commercio ci sono delle misure che vanno da una larghezza minima di 70 cm sino  a un metro, in ogni modo la misura ottimale è quella  che permette di disporre le portate di servizio al centro del tavolo e garantire una comoda conversazione tra i commensali, calcolando uno spazio di circa 60 cm per ogni posto.

La forma del tavolo è altrettanto importante sia per la scelta estetica che per determinare l’ingombro che andrà ad occupare. I tavoli rettangolari sono senza dubbio quelli che trovano una veloce e pratica collocazione, creando una gerarchia nella posizione dei commensali, mentre i tavoli rotondi o ovali, al contrario, occupano più spazio ma mettono tutti gli ospiti nella stessa posizione gerarchica.

Tra i sistemi di estensione più comuni vi sono:

  • allunga a libro, tipico dei modelli quadrati, di norma il meccanismo prevede lo scorrimento laterale del piano del tavolo che poi viene aperto come un libro, raddoppiando le dimensioni originarie.
  • Allunga a baionetta, tipica nei tavoli rettangolari e quadrati con gambe fisse che spesso hanno prolunghe laterali simmetriche che possono essere estratte indipendentemente l’una dall’altra permettendo così un allungamento flessibile.
  • Allunga con scorrimento dei 2 piani l’uno sull’altroper assumere una posizione di complanarità molto utilizzato per i tavoli rettangolari e quadrati in cristallo
  • L’apertura telescopica è un meccanismo pratico spesso inserito nei tavoli di diversa forma le cui allunghe, alloggiano  in posizione centrale rispetto al piano del tavolo.